Il pannello sulla via Severiana a Castel Fusano

Il cartello distrutto nella tempesta di vento di fine dicembre 2020 era stato collocato nel 1993, ben 28 anni fa. Si trova all’incrocio tra la Via Severiana e via del Circuito, a Castel Fusano.

Inizialmente questa visione ci ha rattristato ma a ben considerare è davvero un record che un pannello resista così a lungo, esposto agli agenti atmosferici. Il lavoro all’epoca fu realizzato veramente bene con tutte le accortezze del caso ed i materiali idonei.

Abbiamo così l’occasione di ripristinarlo aggiornandone i contenuti visto che oggi Castel Fusano è una parte importante della Riserva Naturale Statale “litorale Romano”.

ll pannello fu ideato e collocato dai volontari dell’allora Sezione del WWF Litorale Romano. Testimonia un lavoro che il WWF realizzò grazie al contributo della Regione Lazio. Il progetto prevedeva la redazione e la stampa in alcune migliaia di copie di una pubblicazione a colori sulla Via Severiana e una semplice segnaletica lungo l’antica strada romana, che per circa 5 km attraversa la Pineta di Castel Fusano.

In basso la copertina della pubblicazione.

Nel pannello oltre alla mappa del percorso numerose informazioni importanti sull’ambiente naturale e la storia del territorio.
Ne riportiamo qualcuna:
“Anticamente la via Severiana distava soli 100 metri dalla riva del mare. Il Tevere con i suoi detriti portati fino al mare ha fatto avanzare la costa di circa 2 km. Dove ora ci sono i pini allora circa la spiaggia e il mare.”
“Ci troviamo in un bosco sempreverde mediterraneo, costituito soprattutto da lecci e pini domestici. Questi ultimi sono stati piantati dall’uomo a partire dal 1700. Nelle aree più soleggiate troviamo il corbezzolo, la fillirea, il lentisco, il mirto, l’erica arborea, piante caratteristiche della macchia mediterranea”

I pannelli erano 3 in totale. Ricordiamo che quello all’incrocio con Viale di Castel Porziano che è stato distrutto nell’incendio del 2000.

Ci fa piacere citare le persone che contribuirono allora alla realizzazione del progetto, in particolare i volontari: Maria Gabriela Villani, Fabio Converio, Daniela Deriu, Silvia Fratini, Giuliano Fanelli, Paolo Maltzeff, Davide Procacci, Alessandro Urbani. Un bel lavoro di squadra che è stato apprezzato ed ha contribuito alla migliore conoscenza della nostra amata pineta.

Gli agenti atmosferici a fine 2020 ne hanno determinato la parziale caduta e rottura. Nei prossimi mesi è nostra intenzione ripristinare la bacheca e il pannello.

Ci piacerebbe anche collocarne un altro all’incrocio con viale di Castel Porziano. Sarà un’iniziativa che vedrà di sicuro la collaborazione tra WWF Litorale Laziale e Associazione Cyberia idee in rete.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...