Partecipa all’Ora della Terra!

Sabato 24 marzo torna l’Ora della Terra, evento globale del WWF contro i cambiamenti climatici e per difendere il futuro del nostro Pianeta.

Il WWF Litorale Laziale aderisce organizzando due iniziative, ad Ostia e a TerracinaSei invitato a partecipare anche tu!

Il gruppo Litorale romano organizza una passeggiata notturna a piedi nella Pineta di Castel Fusano, ad Ostia, per ascoltare il suggestivo richiamo dei rapaci notturni, allocchi, civette e barbagianni…
PER SAPERNE DI PIU’ >>>

Il gruppo Litorale pontino, nel cui territorio molti Comuni spegneranno un monumento (Fondi e Terracina in primis, mentre l’associazione ATARGATIS farà una fiaccolata lungo l’Appia antica), ha invece organizzato una passeggiata in bicicletta che attraverserà Terracina.
PER SAPERNE DI PIU’ >>>

Annunci

I pesticidi in agricoltura

Oggi è stata inviata a tutti i sindaci della provincia di Latina una lettera in cui Il WWF Litorale laziale e l’ISDE-Medici per l’Ambiente chiedono agli amministratori locali di affrontare la questione dei pesticidi in agricoltura. Se ne potrebbe fare a meno come provano da tempo gli agricoltori che usano metodi biodinamici o biologici ma […]

via A tutela della salute dei cittadini i Sindaci devono regolamentare l’uso dei pesticidi in agricoltura — Litorale pontino

Dopo il team building operativo il concorso fotografico, la Janssen ritorna alla Rimembranza di Terracina

Il 26 giugno dell’anno scorso la Janssen di Latina al completo venne alla Rimembranza per una giornata di lavoro volontario. Il team building seguendo le indicazioni dei volontari del parco costruì tavoli di legno, sistemò un tratto del sentiero alto e tinteggiò tutte le panchine e parte della staccionata fino all’esaurimento della vernice. Una […]

via Dopo il team building operativo il concorso fotografico, la Janssen ritorna alla Rimembranza di Terracina — WWF Litorale Laziale

Lo sai che il 17 aprile c’è un Referendum importante?

cover_fb_trivelle_851x315

E’ la prima volta che nella storia d’Italia istituzioni e cittadini si troveranno fianco a fianco in un referendum che vuole liberare il nostro mare dalle servitù petrolifere e emancipare il Paese dai combustibili fossili. Il prossimo 17 aprile si svolgerà il referendum sul tema della ricerca e dell’estrazione di idrocarburi.

In caso di vittoria del “SI” sarebbe cancellata la norma che consente alle società petrolifere, che abbiano già i permessi o le concessioni, di estrarre senza limiti di tempo gas e petrolio entro l’area off-limits delle 12 miglia dalla nostra costa.

Il Governo ha dovuto già cambiare in corsa le norme sbagliate del Decreto Sblocca Italia per rispondere all’iniziativa referendaria di 10 Regioni (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna e Veneto) ed è stato obbligato a rigettare ben 27 procedimenti autorizzativi in corso. E’ già questa una vittoria del fronte referendario

Il petrolio minaccia le economie del mare. Di pesca in Italia vivono direttamente circa 60mila persone e il nostro Paese ha la flotta peschereccia più importante in Europa, dopo Spagna e Inghilterra. Di turismo costiero vivono 47mila esercizi e l’Italia è la meta crocieristica più ambita d’Europa.

Per collaborare ai banchetti e ai volantinaggi, contatta:

Litorale romano:   Gabriella Villani                 magavillani@gmail.com
Litorale pontino:   Franca Marangoni             fmaragoni@libero.it
Litorale Lazio Nord:   Valerio Facchinelli       Riovale49@gmail.com

Per saperne di più sul tema del Referendum, sul sito di WWF Italia >>>